Cerisano convegno sul tema dell'Ambiente
Cerisano convegno sul tema dell’Ambiente

Giorno 18 novembre alle ore 17.00 a Cerisano presso la Chiesa di San Domenico di terrà il convegno sul tema “Custodi del Creato”, riflessioni sulla lettera enciclica Laudato Sì e sulla Esortazione Apostolica Laudate Deum di Papa Francesco dedicata alla crisi climatica. Il convegno è l’occasione per discutere della tutela dell’ambiente e della salute umana del territorio di Cerisano ma anche in generale con riferimento all’intera Regione Calabria. L’ambiente è una delle maggiori preoccupazioni del nostro tempo e richiede un impegno congiunto da parte di tutti gli attori sociali anche a tutela dell’agricoltura e delle sorgenti di acqua potabile che rappresentano l’oro del territorio di Cerisano in un’epoca di disvalori nella quale è negato il diritto umano all’accesso al cibo sano e all’acqua potabile. 

Papa Francesco

Introdurranno i lavori del convegno Caterina Zecca – Priore della Confraternita del Rosario di Cerisano (CS) e Don Alfonso Vulcano – Parroco di Cerisano. Interverranno Andrea Azzinnaro – Presidente Circolo Legambiente Serre Cosentine, Luana Gallo – Ecologa, Responsabile Dipartimento Ambiente Movimento NOI, Anna Giorno – Oncologa, Responsabile Registro Tumori Provincia di Cosenza, Don Fabio De Santis – Responsabile Ufficio Diocesano per il Dialogo Ecumenico e Interreligioso, Daniele Bilotto – Presidente Associazione Marano Green.

Il convegno sarà moderato da Roberto Perri, Delegato del Movimento Civico NOI Cerisano. Il convegno è molto atteso in seguito ai fatti che hanno portato alla denuncia di sversamenti di liquami fognari nei campi arati e dediti al pascolo di Contrada Valli di Cerisano, risolto grazie all’intervento del Movimento civico NOI, noto per la sua attenzione ai temi ambientali, chiamato ad intervenire dagli abitanti delle Contrade. Il Movimento NOI, infatti, una volta verificato l’effettiva grave situazione ha chiesto l’intervento del NIPAAF (Nuclei Investigativi di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale, una volta ottenuto l’intervento del Comune, ha proposto l’istituzione di una Comitato tecnico di sorveglianza a tutela dell’ambiente ricco di verde boschivo e sorgenti e per questo estremamente importante per il benessere della cittadinanza e per l’intero comprensorio.  

Previous articleCerisano, le tasse elevate causa di chiusura attività e spopolamento: imprenditori preoccupati.
Next articleCapocasale e Gallo. I fatti della scuola di Montalto sono gravissimi. La Costituzione deve fare scuola
Classe 60, Antropologo esperto di gestione della conoscenza, media digitali, valorizzazione dei Beni Culturali. Ha fondato la Città della Pace. Cura i Rapporti Istituzionali della Fondazione Culturale "Paolo di Tarso". Esperto dell'ITS IOTA Istituto di Alta Formazione per il Turismo e l'Ospitalità allargata della Puglia. Fondatore del Digital Cultural Heritage Museum "ITALIAEXCELSA" dedicato al Patrimonio culturale italiano in chiave visuale. Fondatore e Direttore Editoriale delle Testate Giornalistiche del Gruppo ComunicareITALIA. Portavoce del Movimento Sturziano NOI. Dispone di elevate competenze tecniche multidisciplinari, pensiero organizzativo ed innovativo, coniugato a forte pragmatismo logico, a spiccate doti comunicative, alla gestione di progetti e compiti complessi, con elevata capacità d’analisi e di ascolto. Forte propensione al lavoro in gruppo, in cui nel ruolo di teamleader presta attenzione allo stato motivazionale ed alla sua compattezza. Visita il Blog: www.fabiogallo.info