viale parco (Mancini) cosenza
Viale Giacomo Mancini detto “Viale parco”

La questione relativa alla realizzazione del così detto “Parco del Benessere”, che per realizzarlo il Comune di Cosenza sta distruggendo quello preesistente e appena realizzato, è diventato un vero e proprio “caso”. L’Amministrazione guidata dal Sindaco Mario Occhiuto ha suscitato l’ira di una grande quantità di cittadini che, non solo non sono d’accordo con la costruzione della metro tranvia che distrugge parte utilissima della Città per impiantarvi una “stazione di tram” su binari, ma anche in totale disaccordo che si realizzi sul Viale Giacomo Mancini detto “Viale Parco” per la sua utilità sociale, un nuovo parco. Opere viste come uno spreco assoluto di fondi pubblici in una realtà ove il Sindaco della Città, da mesi e mesi, non decide dove realizzare opere pubbliche che, invece, sono di grande utilità come il Nuovo Ospedale di Cosenza, per dire solo una.

Cosenza, movimento noi,viale parco, no metro
Cosenza – Viale G. Mancini (Viale Parco) – Luglio 2018

Sulla questione la Giustizia Amministrativa della Calabria si è pronunciata già due volte a favore dell’imprenditrice Milena Gabriele che difende il suo diritto ad esercitare il lavoro di noto distributore di carburante. In realtà, quello che avrebbe il più alto fatturato in considerazione della sua posizione strategica, oggi impedita dai lavori indetti dal Comune di Cosenza per la realizzazione del “parco del Benessere”.

Viale Mancini - Cosenza
Viale Mancini – Cosenza

Oggi, ad intervenire, è nuovamente la Signora Milena Gabriele con un secondo comunicato Stampa che pubblichiamo integralmente, convinti come siamo che le disposizioni di Legge devono essere eseguite dai cittadini e dalle istituzioni, fino a quando la stessa Giustizia non afferma il contrario.

IL COMUNICATO DI MILENA GABRIELE del 4 Febbraio 2019
“Con banali pretesti il Sindaco di Cosenza tenta di non uniformarsi al provvedimento con cui il TAR Calabria – sospendendo l’efficacia esecutiva di tutti i provvedimenti impugnati – ha inibito – allo stato – l’esecuzione dei lavori 
su Viale Parco e la conseguente revisione degli elaborati progettuali. Tutto nel rispetto degli interessi di Milena Gabriele – la quale – a causa dell’illegittimo operato posto in essere dal Comune di Cosenza – ha riportato danni di consistente entità in ordine ai quali andrà a proporre apposita azione risarcitoria.

La responsabilità del Comune di Cosenza – e per esso del Sindaco stesso – circa l’illegittima prosecuzione di lavori ricorre e sussiste anche se il Sig. Sindaco riferisce che “il cantiere è della Regione” sicché al Comune che egli rappresenta non è ascrivibile alcuna responsabilità. La verità, però, è ben altra!!!

Il cd. Parco del Benessere è un’opera voluta e pretesa dal Sindaco ed i lavori illegittimi eseguiti e eseguendi sono frutto di decisioni personali del Sindaco, neppureminimamente oggetto di determinazioni della Regione. In pari data gli avv.ti Funari e Domanico hanno inoltrato diffida al Comune di Cosenza ed alla Regione Calabria invitandoli ad attenersi al letterale pronunciato del TAR Giudici Amministrativi.

Copia della diffida è stata inviata alla Procura di Cosenza anche per verificare se, nello specifico, il Sindaco del Comune di Cosenza abbia già consumato condotta contraria all’art.650 cod. penale norma che punisce l’inosservanza ad un ordine dell’Autorità Giudiziaria. La realtà delle cose è che i lavori non possono, al momento, proseguire.

Il Comune, se lo ritiene, può appellare, la decisione del TAR al Consiglio di Stato ma, al momento, resta pienamente vincolato al pronunciato dei giudici amministrativi.

VEDI ANCHE:

http://www.ilparlamentare.it/2019/02/riaprire-viale-mancini-il-tar-calabria-da-ragione-a-milena-gabriele/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here