Di Fabio Gallo/

Il Movimento NOI esprime la sua solidarietà al Ministro dell’Interno Marco Minniti per le decisioni intraprese allo scopo di regolamentare il flusso migratorio attraverso un codice che le Organizzazioni non governative  devono rispettare.

marco minniti, immigrazione, fabio gallo, sergio mattarella
Marco Minniti – Ministro dell’Interno della Repubblica Italiana

Definire “linea dura” quella proposta dal Ministro dell’Interno Minniti e giustamente blindata dal Quirinale, dal Presidente Mattarella, significa voler dare una immagine corrotta non dal buonismo ma dall’ignoranza di chi non conosce la politica internazionale e non ha una profonda cultura dell’Intelligence.

sergio mattarella, governo italiano,
Sergio Mattarella – Presidente della Repubblica Italiana

Continuare a parlare genericamente di “accoglienza” privi di un programma di sicurezza reale, significa anche sollecitare il mondo criminale e le mafie a fare degli immigrati nuovi schiavi da sfruttare, e dell’Italia il luogo complice di uno dei più grandi crimini contro l’Umanità mai registrato nella storia moderna che riduce l’Essere Umano in numero. Per non parlare delle migliaia di morti, delle violenze esercitate sulle donne, delle malattie che migrano, dell’impossibilità di offrire ad essi lavoro e dignità, del commercio di organi e molto altro.

IL “GRANDE INGANNO”: LA VISIONE IMPOSSIBILE CHE MOSTRANO GLI SFRUTTATORI
La politica italiana, attualmente, non è in grado di gestire la politica interna. Figuriamoci se può permettersi, priva di programmi precisi, di accogliere numeri illimitati di immigrati non potendo offrire nulla a nessuno di loro. Impensabile lasciar credere a milioni di possibili immigrati che l’Italia offre danaro gratis, residenze e benessere, wi-fi, etc., configurando la visione del Grande Inganno di cui, prima o poi, si renderà conto alla Storia.

DA DECENNI UNA NAZIONE SOTTOMESSA DA UNA MINORANZA SENZA LEGGE
Ricordiamo che proprio l’Italia, non ravvisando il rischio cui sarebbe andata incontro con numeri assolutamente inferiori, è oggi schiava delle attività delinquenziali dei Rom che in gran parte e senza problemi ad ammetterlo, sono dediti da 50 anni al crimine.

Increscioso continuare a credere che poche migliaia di delinquenti siano in grado di sottomettere e rendere impossibile lo sviluppo culturale, sociale ed economico delle Città italiane. E se l’Italia non sarà in grado di guarire, non di lenire, queste piaghe con un progetto politico chiaro e che si faccia rispettare insieme alle leggi, la ridurremo in pochi anni a ciò che le superpotenze desiderano: un supermercato di cose meravigliose che si svendono a pochi Euro.

IL BUONISMO CHE NON TUTELA I DIRITTI UMANI
I professionisti del buonismo, dietro ai quali si nascondono molte volte sofisticate attività di sfruttamento (vedi Cara di Isola, indagini di Nicola Gratteri e Cafiero De Raho, e altro ndr.), e anche di quella parte di chiesa corrotta che questo papato combatte con forza, non hanno dimostrato, solo per dirne una, di tutelare i minori che tra i Rom, rappresentano la “Falange Macedone” della microcriminalità. E’ doveroso, da parte di uno Stato, spezzare la catena che impedisce ai bambini di avere altro e migliore futuro.

Dunque, solidarietà al Ministro Minniti.

Previous articleMovimento NOI: Parole a due
Next articleA Gianluca Nava delega al Restauro e Beni Culturali del Movimento NOI
Fabio Gallo
Classe 60, esperto di gestione della conoscenza e media digitali. Ha fondato la Città della Pace. Cura i Rapporti Istituzionali della Fondazione Culturale "Paolo di Tarso". Esperto dell'ITS IOTA Istituto di Alta Formazione per il Turismo e l'Ospitalità allargata della Puglia. Fondatore del Digital Cultural Heritage Museum dedicato al Patrimonio culturale italiano in chiave visuale. Fondatore e Direttore Editoriale delle Testate Giornalistiche del Gruppo ComunicareITALIA. Portavoce del Movimento Sturziano NOI. Dispone di elevate competenze tecniche multidisciplinari, pensiero organizzativo ed innovativo, coniugato a forte pragmatismo logico, a spiccate doti comunicative, alla gestione di progetti e compiti complessi, con elevata capacità d’analisi e di ascolto. Forte propensione al lavoro in gruppo, in cui nel ruolo di teamleader presta attenzione allo stato motivazionale ed alla sua compattezza. Visita il Blog: www.fabiogallo.info