Cosenza, Beni Librari in fiamme. Come assicurarli ai posteri

Come si protegge un patrimonio culturale di tipo librario "raro" dalle fiamme o da possibili furti, o dalla distruzione di terremoti o inondazioni o dall'oblio? Per il Movimento NOI ne parlano Francesco Errante e Fabio Gallo che ha realizzato il progetto di digitalizzazione del fondo librario di Musica Sacra più celebre del mondo

Nella storia sono infiniti gli incendi che hanno cancellato per sempre pergamene, manoscritti e grandi contributi culturali che oggi ci avrebbero resi ancora più ricchi. Dopo millenni di barbarie subite dal Patrimonio Culturale oggi, lo sviluppo delle innovazioni tecnologiche, ci consente di “digitalizzare” i grandi fondi librari di valore che devono essere protetti da furti, incendi, terremoti, ma anche diffusi per il diritto alla conoscenza.

Beni Librari
Beni Librari

I fatti relativi al grave incidente accaduto recentemente nel Centro Storico di Cosenza nel quale hanno perso la vita tre cittadini e ove le fiamme avrebbero distrutto un importante fondo librario, fa riflettere sulla sicurezza in generale e su come un fondo librario che si sa essere di indubbio valore culturale e sociale, debba essere protetto.

Ne parlano, per il Movimento NOI Francesco Errante e Fabio Gallo che già dodici anni addietro ha progettato e realizzato la digitalizzazione dell’Archivio Vaticano contenente i Codici Manoscritti “Rari” di Giovanni Pierluigi da Palestrina e decine di altri autori che costituiscono il Fondo di Musica Sacra più importante del mondo. 

Movimento NOI Rete Umana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here