vincenzo capocasale

Vincenzo Capocasale – Delegato ai rapporti con il Clero e la Famiglia del Movimento NOI – Rete Umana

di Vincenzo Capocasale/

Come Delegato ai “rapporti con il clero e alla famiglia”, plaudo all’iniziativa della “Fiaccolata per la Festa di Santa Lucia“ voluta stasera da don Luca Perri e don Pasquale Panaro, rispettivamente parroco e vice parroco della Parrocchia di Santa Maria Assunta, Chiesa cattedrale di Cosenza.

Cattedrale Cosenza
Cattedrale Cosenza

La fiaccolata si è snodata lungo i vicoli fatiscenti e dissestati del quartiere omonimo di Santa Lucia (dove sorge l’antica chiesetta) e ha avuto nello slargo (sarebbe troppo definirlo piazzetta) – dove, tra carcasse di auto e masserizie lasciate a marcirvi, si affacciano case apparentemente abbandonate ma che in realtà celano al loro interno le povertà e i bisogni (non solo quelli economici) di tante (troppe) famiglie disagiate – un momento di forte impatto emotivo.

Quartiere Santa Lucia - Cosenza
Quartiere Santa Lucia – Cosenza

L’APPELLO DI DON LUCA PERRI PARROCO DELLA CATTEDRALE
E’ stato qui che è stato lanciato da don Luca Perri un coraggioso e forte messaggio di invito alla solidarietà e ad un contrasto efficace alle povertà. Ben a proposito è stato richiamato il forte grido di aiuto che il cieco Bartimeo rivolge a Gesù. A quel grido Gesù risponde e lo guarisce! Questa immagine suggestiva di guarigione mi ha suggerito quella di una umanità sofferente (celata in quelle case) che anela alla sua salvezza (il riscatto sociale).

Don Luca Perri - Parroco della Cattedrale di Cosenza
Don Luca Perri – Parroco della Cattedrale di Cosenza

E come il segno della cecità e poi quello della riconquista della vista segnano il passaggio dalle tenebre alla luce – cristianamente il senso del passaggio dalla morte alla vita, un senso  che poi racchiude la simbologia del Battesimo – parimenti il grido di Bartimeo esprime in modo emblematico le aspirazioni di riscatto sociale che una sana Amministrazione locale deve sentire come di primaria importanza. E’ questo silenzioso “lamento di massa”, questo muto “pianto dei poveri” che l’Autorità Politica di Cosenza deve avvertire, così come coraggiosamente fa la Chiesa dell’Arcidiocesi di Cosenza per bocca dei suoi Pastori.

Visita COSENZA CRISTIANA: www.cosenzacristiana.it 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here