piazza duomo, cosenza, mario occhiuto, centro storico
Cosenza – Piazza Duomo deserta per il provvedimento ztl imposto dal Sindaco Mario Occhiuto

a cura della Redazione/

Il degrado del Centro Storico di Cosenza, deve avere dei responsabili che portano un nome e un cognome. La situazione di allarme sanitario più volte denunciata dagli abitanti della città storica e inascoltato da parte del Sindaco, è la goccia che ha fatto traboccare il vaso. I cittadini vivono sentimenti di impotenza poiché non sono ascoltati e le loro esigenze primarie, producono sempre maggiore indifferenza da parte delle Istituzioni politiche.

Il Muro crollato nel Rione Massa nella Città Storica di Cosenza
Il Muro crollato nel Rione Massa nella Città Storica di Cosenza oggi coperto e transennato ma non ricostruito

Ciò, rischia di far esplodere una situazione di ribellione sociale perché, al degrado e ai crolli, oggi si aggiunge la chiusura totale del centro storico, causa di crisi occupazionale che gli operatori economici, intanto riunitisi in Associazione stanno certificando, e che accentua il già grave abbandono portando i cittadini ai limiti della sopportazione umana. Oggi, si aggiunge la presenza di ratti e zecche, denunciate da numerosi abitanti anche a mezzo Social, ma il Comune non risponde.

jolesantelli-mariocchiuto-comunecosenza
Comune Cosenza: il Vice Sindaco e Ass. al Centro Storico Jole Santelli con il Sindaco Mario occhiuto

A questo punto verrebbe da chiedersi se l’Assessore al Centro Storico Jole Santelli, possa svegliarsi e realizzare, non solo qualche comunicato, ma azioni concrete di contrasto in grado di affrontare in modo determinato, lo stato di completo abbandono e degrado che ha colpito questa parte di città. Infine, ci chiediamo perché mai l’assessore al centro storico e Vice Sindaco Jole Santelli non presenzi mai a nessuna Giunta comunale. Forse sarebbe opportuno, quantomeno corretto, per il senso delle intuizioni che bisognerebbe avere in questi casi, rassegnare le proprie dimissioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here