rosita terranova-diritti negati-doveri-movimento noi
Rosita Terranova – Delegata del Movimento NOI alla Disabilità

“La Politica, quella attuata per servire e non per servirsi, è parte di me”. E’ la riflessione di Rosita Terranova, delegata alle Disabilità del Movimento NOI.

Nessuno, per davvero, potrà mai dire che non è così, se conosce la bellissima storia di questa mamma e del suo bambino, Antonio Maria, affetto da una grave forma di disabilità. In maniera particolare, se pensiamo a quanti soprusi ha subito dall’Amministrazione comunale di Cosenza, comprendiamo il perché Rosita terranova ha deciso di trasformare la rabbia  e le gravissime lesioni dei diritti di suo figlio subite, in servizio alla collettività. Non per gioco ma per davvero, in seguito all’incontro con Fabio Gallo, portavoce nazionale del Movimento NOI, che le ha prospettato la possibilità di rendere un servizio alla collettività, partendo proprio dalle mortificazioni subite dalla politica, per migliorarla agendo in prima persona. E’ la stessa Rosita a spiegare come e cosa è accaduto.

“Il senso del dovere che ho verso il prossimo e l’amore che ho per il prossimo – afferma Rosita Terranova – mi conducono, con naturalezza, a trasformare la mia personale sofferenza in impegno politico: cammino che ho intrapreso da quando ho avuto consapevolezza che la qualità dell’esistenza di ognuno di noi, quindi anche mia e dei miei cari, dipende esclusivamente dalla politica e dall’uso, spesso improprio e sbagliato, che si fa di essa.
Non strumentalizzo alcuno e alcuna cosa, semplicemente trasformo le mie vicissitudini e le mie esperienze in strumento attraverso cui agire, bene, per il bene comune.
Ovviamente, per fare bene il bene, non mi basta (non basta ad alcuno in realtà) vivere alcune vicissitudini, soffrire o avere un bagaglio di esperienze da cui saper trarre insegnamento.
Necessito, quale persona che vuole assumersi anche altre e diverse responsabilità, dotata di buon senso e onestà intellettuale, di acquisire sempre più competenze. Necessito di continua istruzione.

Necessito di emanciparmi dal mio “Io” e di proiettare il mio pensiero e le mie azioni verso il “Noi”.

Lavoro immane e spesso duro da compiere data la vita che mi si costringe a fare, ma per me fondamentale da compiere  affinché il significato della mia esistenza e di ciò che vivo e subisco non rimanga fine a se stesso e affinché esso sia davvero utile all’intera collettività.
Con orgoglio e profonda convinzione ricopro il ruolo di Delegata alla Disabilitá affidatomi dal Movimento NOI di cui sono e faccio parte (www.movimentonoi.it), nato non per scontrarsi con alcuno, ma per andare incontro alle necessità di tutti e che si avvale di acquisizione di competenze, alta formazione, incessante studio, conoscenza e approfondimento di ogni realtà.

E’ il Movimento che apre le porte a chiunque sia dotato di buona volontà e propositivitá. Anche a Te che stai leggendo.

E non importa che tu sia di Cosenza, che vi abiti o che sia di altra città e che in altra città tu vi abiti. Il Movimento NOI ha radici e mette radici nel tessuto sociale di qualsiasi luogo in cui vi abitino persone i cui valori ed i cui obiettivi siano quelli che caratterizzano tale Movimento: valori e obiettivi sani, propensi al bene comune, alla centralità di un nuovo Umanesimo universalmente riconosciuto e ormai fondamentale per la realizzazione di quell’evoluzione umana che é necessaria per contrastare l’involuzione umana, culturale ed economica che ci sta uccidendo tutti.

Mi permetto, perciò, di invitare ognuno di Voi a visitare la pagina del Movimento NOI.

Basta un clic su: www.movimentonoi.it. Sono certa che come me, come NOI, anche Voi volete sentirvi protagonisti della vostra stessa esistenza sapendo che non avete più demandato chi sino ad oggi ci ha traditi. Parlo della Politica con la “P” maiuscola. Si, vi chiedo di abbandonare – come ho fatto io – le vesti di cittadini sui quali gravano violenze, soprusi e lesioni quotidiane della dignità per abbracciare la Politica del NOI, quella vera, nata per servire e non per servirsi. Io lo so, esiste, eccome.
NOI ne siamo la prova.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here